CAHIER D’ARTISTES

Cinque fotografi , Cinque anni del Marchio e altrettante Storie. Narrate in una serie di scatti e racchiuse in un libro intenso per atmosfere, tinte, paesaggi : Cahier d’Artistes .

E’ questo il modo che Erika Cavallini ha scelto per celebrare i primi cinque anni del suo marchio Semi-Couture . Un modo insolito e romantico, espressivo e creativo, che rispecchia perfettamente il suo carattere e la sua indole non convenzionale, visionaria, a tratti molto intima.

E c’è anche lei infatti tra gli artisti/protagonisti del volume. Ognuno di loro ha scelto dei capi icona (dalle collezioni presenti e passate) e li ha interpretati in modo estremamente personale, senza alcun suggerimento o imposizione, al contrario con massima libertà di espressione .
Otto immagini per ogni fotografo identificano il suo mondo, il suo “sentire”, in una sorta di racconto surreale, fantastico, unico, dove l’abito fa parte del paesaggio.

Filo conduttore il romanticismo, inteso nel senso letterario del termine: una forma di individualità fatta di immaginazione, fantasia, spiritualità ed emotività .
Il risultato è un collage espressivo alla Deborah Turberville, con immagini a volte sfocate, paesaggi eterei e diradati; protagoniste donne languide ed evanescenti che rievocano anche la giovane Francesca Woodman.
Entrambe fotografe dei nostri tempi, antidive e raffinatissime interpreti del bianco e nero e dei toni pastello.

Una filosofia estetica rarefatta che accomuna anche i cinque fotografi interpreti di Cahier d’Artistes nell’esprimere una forma di spleen che travalica la fotografia per avvicinarsi all’arte e svelare l’anima nascosta delle cose e di Semi-Couture.
Anche quella di un abito, che rivela la natura discreta, riservata, ma allo stesso tempo incisiva e intrigante di chi lo crea e di chi lo sceglie: che sia per fotografarlo o per indossarlo.
 
 

SHARE

STAY IN TOUCH WITH ERIKA CAVALLINI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

* Campi Obbligatori